Abbiamo promesso ad Ileana che quando uscirà dal soggiorno coattivo di Brindisi Restinco festeggeremo insieme il suo compleanno che cadeva oggi 23 agosto. Un brutto compleanno, bruttissimo.

Il giudice di pace è arrivato questa mattina, non l’ha sentita come preavvisatole ma lunedì le aveva convalidato il suo trattenimento coattivo per 30 giorni.

30 giorni per organizzare il suo accompagnamento alla frontiera (!) 

Oggi però un avvocato del "progetto Libera" di Lecce che avevamo contattato da qui, è andata a trovarla e le ha fatto firmare il suo ricorso all’espulsione che domani presenteremo al giudice di pace di Campobasso. Entro 30 giorni dovrà pronunciarsi. Pare che voglia farlo molto prima.

In caso di esito positivo sarebbe un bel regalo per Ileana che vedrebbe aprirsi immediatamente le porte del carcere di Restinco.

C’è qualche segnale positivo. Oggi mi ha chiamato   un sovrintendente della questura di Campobasso comunicandomi che Doina potrà avere un permesso di soggiorno anche turistico per 2 o 3 mesi.

E’ un segnale positivo.

4 Responses to “Niente regalo di compleanno ma…”

  1. gianna ferretti, Reply

    Che bello Francesco! continua a informarci, e che siano sempre notizie confortanti come queste!

  2. Corrado, Reply

    Francesco
    questa storia ci fa sentire un po’ il peso di stare in vacanza mentre forse centinaia di vicende analoghe accadono. Continua a darci notizie e dicci se possiamo fare qualche cosa

  3. Maria Ferdinanda, Reply

    E Florin e Giorgio? Speranze per il ricorso contro il decreto di espulsione?

  4. francesco travaglini, Reply

    Florin e Giorgio sono ripartiti…..e ritorneranno… fra 10 giorni quando il giudice di pace deciderà se accogliere il ricorso.
    Qualcuno ci dice che, vista l’entrata della Romania nella UE, la tendenza dei giudici è di accogliere i ricorsi che ovviamente sono ben motivati come spero il nostro. La nostra azienda,il nostro lavoro dipenderà da questa udienza.

Leave a Reply

*