Con la festa di San Biagio, il 3 febbraio, si festeggia l’inizio dell’anno agrario ed anche l’inizio della stagione delle tradizioni di paese che culminerà con le tradizionali carresi del 30 aprile a San Martino e  del 25 maggio a Larino.

Per la verità, in quest’anno senza inverno, non è che da oggi ci si aspetta un risveglio della natura….non c’è stato mai un vero e proprio letargo, i mandorli sono già da un bel pò sfioriti ed in alcune zone la fioritura delle pesche è pressochè piena.

 C’è una grave incognita che comincia ad essere più di una preoccupazione  non solo per gli agricoltori:
 la diga del liscione, che rappresenta il bacino di approvvigionamento di acqua sia per usi civili che agricoli nonchè industriali di tutto il basso molise, è praticamente vuota.

Vedremo cosa succederà nelle prossime settimane.

Intanto siamo già a 15 adesioni per l’orto!!

Leave a Reply

*